Scarpe da Matrimonio

Le scarpe da matrimonio sono una parte importante dell’abito

 


 

Spesso nella lista delle “cose da fare” in preparazione al lieto evento le scarpe da matrimonio sono tra le voci meno importanti

Eppure, quante volte ci è capitato di sentire spose lamentarsi per il dolore ai piedi causato da scarpe sbagliate a fine serata o addirittura al termine della cerimonia.


Le scarpe da matrimonio diventano giustamente oggetto di tante attenzioni, ma come per le scarpe da ballo sostanzialmente sono due gli aspetti sui quali si riconducono tutte le discussioni.
scarpe da matrimonio

Estetica

Sull’estetica c’è una forte componente soggettiva,

anche se è facile trovare una maggioranza di persone che giudicano positivamente o negativamente il gusto estetico di una calzatura.

Funzionalità

La funzionalità è sinonimo di comodità,

e c’è meno da discutere.

scarpe economiche

Nelle scarpe economiche la suola potrebbe essere in cuoio rigenerato ottenuto dagli scarti della materia prima, cioè dagli scarti di lavorazione dei pannelli di cuoio a pieno fiore o crosta provenienti direttamente dai bovini.


Sarebbe come paragonare un pannello in legno truciolare, ottenuto per incollaggio e pressaggio dei trucioli di legno, ad un pannello in legno massello o massiccio proveniente direttamente dall’albero. Vedi questo interessante articolo sul cuoio. Il principale problema di una suola rigenerata di pessima qualità è il rigonfiamento della suola a contatto con l’acqua.

La soletta che ricopre la suola è a stretto contatto con la pianta del piede. Se le scarpe sono eccessivamente economiche questa parte importante potrebbe essere in pelle di maiale o peggio in materiale sintetico (plastica) non traspirante, con ovvie conseguenze per il comfort. Se la tomaia che ricopre il metatarso è in materiale sintetico (plastica) non si adatterà alla forma del piede, provocando dolore in breve tempo.
Infine, i tacchi potrebbero essere in plastica generica non idonea per una calzatura importante, dando luogo a rotture improvvise.

Non esiste una risposta univoca per tutte le situazioni.


Quando rimaniamo colpiti dal design originale di una calzatura o siamo incondizionatamente entusiasti per un modello alla moda, l’aspetto funzionale rischia di passare in secondo piano. Bisogna ricordare che gli sposi passano tanto tempo in piedi e camminano su percorsi non sempre conosciuti o privi di ostacoli.

Ecco i parametri che concorrono alla scelta della migliore soluzione:
scarpe matrimonio

Abito degli sposi

le scarpe da matrimonio sono il naturale completamento degli abiti e di altri dettagli

le scarpe degli sposi hanno colori in sintonia con gli abiti, ma anche con altri elementi del matrimonio; il bouquet, gli addobbi floreali, i tovagliati, i segnaposto, i gemelli e la cravatta dello sposo, la confettata, il rossetto della sposa… Può sembrare eccessivo, ma in realtà sono piccoli dettagli che non passano inosservati. Anche le scarpe seguono il colore tema del matrimonio.

Altezza degli sposi

le scarpe adattano le altezze degli sposi

se lo sposo ha la stessa altezza o è più basso della sposa, questa potrebbe indossare scarpe dette ballerine, sacrificando l’estetica a favore di un aspetto pratico. Ma non si dica che indossare le ballerine è una scelta obbligatoria per avere la comodità! Se è la sposa ad essere più bassa, allora per lei è consigliabile una scarpa con tacchi con altezza variabile da 5 a 13 cm e un po’ di plateau (fino a 3 cm) secondo la sua propensione o abitudine a camminare con questi accessori.

Luogo della cerimonia e del ricevimento

il luogo della cerimonia e del ricevimento determinano le scarpe degli sposi

se la cerimonia e il ricevimento sono in spiaggia o in giardino, non è opportuno che la sposa indossi scarpe gioiello con tacchi a spillo vertiginosi e zeppa. La scelta sarebbe sbagliata sia per l’aspetto estetico (sabbia tra gli strass) che per quello funzionale (i tacchi si piantano sia sulla sabbia che sul terreno nudo). In spiaggia è adatta una scarpa aperta come il sandalo. Se la cerimonia è in chiesa e il ricevimento è in spiaggia, allora si possono avere due paia di scarpe con caratteristiche completamente differenti e adatte ai singoli luoghi.

Stagione

ogni stagione ha le sue scarpe

nel periodo primavera-estate è d’obbligo il sandalo (punta e talloni aperti, oppure punta aperta e tallone chiuso) mentre per l’autunno-inverno in alternativa si possono utilizzare scarpe chiuse, décolleté (scollate, aperte sul collo del piede) o sandali a punta chiusa con l’aggiunta di calze velatissime dai 50 denari in su, se di ottima qualità come la nostra lingerie.